Quanto dura una corsa di cavalli?

0
5377

Conoscete il betting ma volete provare qualcosa di diverso dal calcio o dal basket? Una soluzione potrebbe essere “darsi all’ippica”. Una tra le prime domande che vi porrete sarà: quanto dura una corsa di cavalli?
Prima di rispondere cerchiamo di conoscere meglio questo affascinante sport.

Le corse ippiche esistono da millenni. Dalle bighe romane ai palii medievali, questo sport ha sempre suscitato un grande interesse soprattutto grazie al legame che ha con le scommesse, facendogli guadagnare un gran numero di estimatori tra le classi più abbienti. Proprio, la presenza di spettatori di alto rango ha reso alcune corse di cavalli dei veri e propri eventi mondani in cui far sfoggio di ricchezza e fortuna.

Quanto dura una corsa dei cavalli?

Vediamone insieme alcuni:

Royal Ascot (Berkshire, Inghilterra): una gara riservata ai purosangue. Si svolge nei pressi della residenza dei reali inglesi a Windsor. La gara è nota per la sua forte connotazione mondana.

Kentucky Derby (Louisville, USA): si svolge ogni anno il primo sabato di maggio nell’ippodromo di Churchill Downs e vede correre solo purosangue inglesi di tre anni. Poco più di due chilometri e tanta adrenalina per una corsa velocissima il cui vincitore viene omaggiato di una vistosa composizione di rose bianche e rosa

Palio di Siena (Siena, Italia): se pensate che le corse ippiche siano noiose, non avete mai visto il Palio di Siena che si svolge il 2 luglio e il 16 agosto in Piazza del Campo. Dal 1644, dieci cavalli rappresentanti di dieci delle diciassette contrade in cui è divisa la città, si sfidano in questo circuito ad anello immerso nella magia della piazza più importante di Siena.

Dubai World Cup (Dubai, Emirati Arabi): inaugurata nel 1996, questa gara che si svolge a marzo è stata ribattezzata “la corsa più ricca del mondo” poiché il premio in denaro spettante al vincitore assoluto è di circa 10 milioni di dollari!

Melbourne Cup (Melbourne, Australia): dal 1861, dalle 15.00 del primo martedì di novembre, nell’ippodromo di Flemington va in scena l’evento ippico che coinvolge l’intera nazione australiana.  Non un semplice appuntamento sportivo ma quasi una festa nazionale.

Dopo questo giro del mondo, torniamo al tema principale di questo articolo, cioè: quanto dura una corsa di cavalli?

La durata di una corsa viene influenzata da fattori diversi, tra cui la tipologia di gara e la lunghezza del circuito.

Per quanto riguarda la tipologia di gara è possibile individuare:

– Corse “flat”: il circuito su cui si gareggia è rettilineo oppure ovale.
– Corse ad ostacoli (Steeplechasing): i cavalli devono correre saltando degli ostacoli presenti sul percorso.
– Corse al trotto: i cavalli trainano un carrozzino (sulky) su cui prende posto il guidatore (driver).
– Corse di resistenza: prevedono percorsi molto lunghi, di solito tra i 40 e i 161 km.

Escluso il caso delle corse Endurance, la lunghezza dei circuiti ippici vanno dagli 800 ai 2000 metri.
Detto questo, per definire la durata di una corsa ippica bisogna moltiplicare la velocità media di un cavallo con i metri da percorrere.

Se parliamo di una corsa al galoppo (flat o ad ostacoli), bisogna considerare che un cavallo da corsa arriva a coprire 400m in 22 secondi perciò la durata di una gara si attesta intorno ai 2 minuti.

Durante le gare al trotto, invece, i sulky raggiungono i 55 km/h ma considerando la maggiore lunghezza dei circuiti (il più lungo è di 2700 m), la durata si allunga arrivando anche a poco meno di 3 minuti.

LEAVE A REPLY