Come vincere alle scommesse sull’Ippica

0
2686

Scommettere nel mondo delle corse ippiche non è una cosa semplice soprattutto per i principianti poiché i risultati possono essere influenzati da molti fattori differenti.
Innanzitutto, per approcciarsi a questo tipo di scommessa bisogna avere una buona conoscenza del lessico ippico ma, soprattutto, riuscire ad analizzare tutte le variabili relative al tipo di gara, ai fantini e ai cavalli.

Le caratteristiche da valutare sono principalmente queste:
– condizioni meteorologiche
– Track bias: stato del tracciato
– corsa piatta o ad ostacoli
– tipologia di corsa: trotto, galoppo, trotto montato
– Form cycles: età, condizioni fisiche, specialità del cavallo al momento della corsa
– Beyer speed: risultati precedenti in gare simili dei cavalli
– linee di valore: proiezione dei tempi realizzabili ipotizzando le vincite di un cavallo se in un giorno   corresse 100 volte.

Come vincere alle scommesse sull'Ippica

Ovviamente, un fattore fondamentale per ottenere vittorie degne di nota sono le quote assegnate ad ogni cavallo. Queste vengono valutate in base ai cosiddetti handicap, cioè, età del cavallo, esperienza del fantino, performance precedenti, tipi di corsa e peso.
Una volta valutati tutti questi fattori possiamo cominciare a pensare su quale cavallo puntare. Ma non è finita qui con le scelte, infatti dovremo anche decidere che tipo di scommessa fare.

Iniziamo con un consiglio, tra tutte le strategie ce ne sono alcune con una minore percentuale di profitto, tra queste ricordiamo:

Puntare su un “underlay”, cioè un cavallo che viene dato a meno rispetto alla quotazione del mattinale.
Puntare sul favorito come vincitore.
Puntare sulla terza posizione (percentuale di sconfitta alta)
Scommettere long-shot si tratta di scommettere su un cavallo outsider, perciò è molto rischioso poiché parliamo di un cavallo con pochi termini di valutazione.

Ora entriamo nel vivo vedendo quali sono le tipologie di scommesse più diffuse e che garantiscono un maggiore profitto:

Quinté

La Quinté è la scommessa più diffusa anche perché ritenuta una delle più semplici da fare. Ovviamente non è proprio così, poiché questa strategia ha alla base una buona conoscenza del mondo delle corse.
Ma cerchiamo di capire come funziona.
Come suggerito dal nome, è necessario individuare 5 cavalli con buone possibilità di vincere, o comunque di classificarsi tra i primi cinque posti. Infatti è possibile vincere con i primi 4 cavalli, 4 dei primi 5 cavalli, oppure con i 3 primi classificati.
Una Quinte vincente promette guadagni molto alti.

Quarté


Questo sistema permette agli scommettitori di scegliere i primi quattro cavalli (elencati in ordine o no) nella classifica della corsa. È possibile effettuare questa scommessa solo una volta al giorno.
Come comprensibile la buona riuscita è garantita da un’ottima conoscenza tecnica, perciò il Quarté è più adatto agli scommettitori professionisti.

Tris

Anche la tris è molto comune nel mondo delle gare ippiche. Anche in questo caso parliamo di un tipo di scommessa che viene limitata ad un unico incontro a giornata.
Di cosa si tratta? Bisogna individuare, in ordine o meno, i tre cavalli sul podio della gara.

Conoscendo queste informazioni potrete affacciarvi al mondo delle corse ippiche con maggiore consapevolezza e quindi con maggiori possibilità di vincita. Vi ricordiamo, però che nel mondo delle scommesse, ippiche e non, è di fondamentale importanza la sistematicità e l’atteggiamento. Bisogna avere metodo, fare delle statistiche per analizzare i risultati e soprattutto non perdersi d’animo rimanendo lucidi anche dopo una sconfitta, non cadendo nell’errore di scommettere in maniera frettolosa…insomma scommettete sempre in modo consapevole.

LEAVE A REPLY