Dropping Odds: Cosa sono e come usarle

0
1453

Gli scommettitori sono alla costante ricerca di strumenti che li aiutino a scommettere con metodo, e che consentano loro di avere una qualche forma di strategia da applicare per riuscire a vincere. Questa cosa è molto normale, ma ciononostante la quasi totalità delle volte non sortisce un effetto positivo. Uno dei metodi più utilizzati nel tentativo di vincere alle scommesse è quello delle dropping odds, termine inglese che sta ad indicare “quote calate“.

Molti sono convinti che vi è una possibilità di riuscire a fare soldi con le scommesse sfruttando le quote che calano, questo in quanto le quote che stanno calando entreranno quasi sempre, perché se le stanno scommettendo (questo è il motivo per cui calano) c’è un motivo.

Dropping Odds: Cosa sono e come vengono usate?

Le dropping odds sono le quote che calano, esistono molti servizi di pronostici interamente basati sulla segnalazione di queste quote che crollano, e ci sono scommettitori che creano strategie molto fantasiose su come scommettere queste selezioni in base alla percentuale di drop di quota.

Gli scommettitori decidono di piazzare queste selezioni di quote che crollano perché sono convinti che ci sia qualcosa di strano dietro il calo delle quote, e che per tale ragione quegli eventi si concretizzeranno quasi sicuramente, o almeno la maggioranza delle volte. Alcuni addirittura credono che se una quota cali troppi sia una partita truccata e quindi usano le dropping odds per trovare i fixed match. Inutile dire che non ci riescono.

Quindi senza nemmeno fare una particolare scrematura, lo scommettitore medio usando i siti gratuiti per individuare le dropping odds oppure seguendo servizi di consulenza in cui queste selezioni vengono comunicate, decide di entrare a mercato piazzandole.

Perché ci sono le dropping odds?

Il motivo per il quale esistono le dropping odds è dovuto al fatto che la probabilità che un evento si verifichi non è certa. Questo vuol dire che i bookmaker aprono il mercato con le quote di apertura basandosi sui loro sofisticati strumenti di analisi dei dati, ma quelle quote non tengono conto di mille sfaccettature che potrebbero totalmente cambiare le carte in tavola. In passato abbiamo scritto un articolo nello specifico sul perché i bookmakers abbassano le quote che ti invitiamo a leggere.

Magari storicamente una squadra ha sempre battuto l’altra, e ora siamo a inizio campionato, di qualche lega sconosciuta, con la squadra teoricamente più scarsa che in realtà è più forte perché l’altra ha avuto problemi e ha dovuto mandare via i calciatori più forti, o la squadra più scarsa si è rinforzata molto.

Queste cose i bookmakers non le sanno, ma gli scommettitori professionisti sì, per questo motivo piazzeranno la vittoria della squadra sfavorita, magari a quota 4.00, e la quota andrà a picco perché la mole di denaro piazzata farà sicché i bookmakers corrano ai ripari.

Le quote, quindi, cambiano semplicemente perché le quote di apertura possono essere sbagliate, e i professionisti delle scommesse piazzano sufficientemente denaro per far sicché i bookmakers corrano ai ripari e le correggano.


Infatti le quote di chiusura, che sono quelle del fischio d’inizio, rappresentano la reale probabilità che un evento si verifichi secondo un campione enorme basato su uno studio statisticamente rilevante.

Questo è esattamente il motivo per il quale le scommesse sportive non sono un gioco d’azzardo, ma uno skill game.

Migliori siti per dropping odds

Esistono numerosi siti dove puoi trovare le dropping odds, uno dei migliori è sicuramente Odds Portal ma ce ne sono di diversi di validi, anche Bet Explorer che è un buonissimo strumento per scommettitori ha una sezione molto interessante dedicate ai movimenti di quota che puoi consultare e che si chiama Odds Movements.

Questi sono tra i migliori siti per dropping odds e sono tra quelli più utilizzati dagli scommettitori.

Come leggere e interpretare le Dropping Odds?

Giustamente qualche lettore che non ha mai avuto a che fare con le Dropping Odds si starà domandando come si debbano interpretare le dropping odds, non c’è alcun problema, adesso vedremo un esempio.

Match droppati, partite con quote calate.

Come si può vedere, in questo screen di Betexplorer, è facilmente intuibile il loro funzionamento. In questo screen si vedono delle quote con accanto una freccia verso il basso, questo fa subito comprendere intuitivamente che si tratti di quote che sono calate.

Alla sinistra delle quote e alla destra dei nomi delle squadre troviamo una percentuale di drop, questa percentuale ci indica di quanto sia calata la quota ed esse vengono inserite in ordine di percentuale più alta.


Quindi è tutto estremamente intuitivo e semplice a comprendere. La quota 1.71 dell’East Kilbride in Scozia è calata del 31%, prima la quota era a 2.48!

Infine, accanto alle quote troviamo anche la voce del bookmaker che ha la quota più alta e la quota stessa.

Le Dropping Odds permettono di guadagnare?

Le Dropping Odds come qualsiasi altro strumento banale alla portata delle masse non permette di guadagnare, se fossero effettivamente molto utili, i bookmakers avrebbero già preso le dovute contromisure. In realtà piazzare le quote solo perché calano non ha alcun senso.

Quello che bisogna fare è stabilire se una quota che è calata lo ha fatto oltre la sua quota reale e quindi convenga piazzare l’opposto, oppure vi sia ancora valore e quindi sia possibile piazzare l’operazione anche se è calata, perché continuerà a calare. Oppure non fare proprio nulla.

Le dropping odds per come vengono utilizzate dalle masse non servono a nulla se non a perdere denaro, perché come abbiamo ribadito un milione di volte l’unico modo per essere profittevoli nelle scommesse sportive è piazzare quote di valore, e una dropping odds non è affatto detto abbia valore, anzi, potrebbe essere vero il contrario. Infatti il professionista delle scommesse si giudica dal suo valore atteso, cioè dalla differenza tra le quote accese e le quote di chiusura al netto dell’aggio.

Se vuoi approfondire come funzioni il Betting professionistico, nel libro sulle scommesse che abbiamo scritto e che trovi su Amazon a meno di 5,00€ troverai un riferimento anche alle dropping odds.

Acquista il libro su Amazon a 4,75

Se vuoi investire nelle scommesse per poterne trarre un profitto senza che queste siano solamente un passatempo con cui divertirsi e perdere qualche euro, dovrai individuare le value bet, altrimenti il tuo Yield sarà negativo.

Come usa le dropping odds un professionista delle scommesse?

Noi siamo professionisti e come i nostri clienti sanno ci occupiamo di trovare le quote di valore, dunque le quote che noi accendiamo non possono essere droppate, devono obbligatoriamente essere quote che dropperanno e che non lo siano già, altrimenti è difficile fare profitto nel lungo periodo.

Questo, perché, lo ribadiamo, il profitto è dato dal valore atteso e se non sei in grado di battere le quote di chiusura, non vinci. Adesso ti facciamo un esempio molto pratico.

Questo screen è preso dal nostro prodotto di consulenza, che ti ricordiamo essere un prodotto le cui performance sono certificate da una piattaforma del settore.

Storico Football Pro 2021

Storico Football Pro 2022

Richiedi accesso storico 2023

Ora, come puoi vedere abbiamo passato l’1X a 1.72 e l’1 Rimborso in caso di pareggio a 2.50, vuoi vedere le quote di chiusura? Eccole.

Come puoi facilmente vedere l’1 DNB che noi abbiamo passato a 2.50 ha chiuso ad una quota media di mercato pari a 1.35, ora se tu l’avessi preso a 1.35 avresti vinto? Sì, certamente. Ma nel lungo periodo non avresti fatto un grande profitto, e anzi, perderesti denaro.

Quindi quello che devi fare è prevedere quali saranno le quote che caleranno, per fare questo devi obbligatoriamente essere in grado di trovare quote di valore o rivolgerti a professionisti che siano in grado di trovarle per te.

Se piazzerai dropping odds non farai altro che piazzare quote che sono già calate e perderai denaro quasi sicuramente.

Ma quello che noi facciamo è dare comunque un’occhiata alle dropping odds, quindi le usiamo, ma solamente per vedere se ci è sfuggito qualcosa a mercato (operiamo su molte decine di leghe) e ci siamo dimenticati di piazzare qualcosa, ma noi conosciamo le squadre e quello che stanno vivendo, ci serve solamente per verificare se ci sia scappato qualcosa tra le varie migliaia di analisi che facciamo ogni mese.

Ma non ci sogneremmo mai di piazzare un’operazione solo perché è droppata di una data percentuale, questo come detto, non farà altro che far perdere denaro.

Contattaci

Come giocare le Dropping Odds nel 2024?

Abbiamo ricevuto email in cui ci veniva chiesto come giocare le dropping odds per guadagnare, ci spiace ribadire per l’ennesima volta come abbiamo fatto tante altre volte negli anni, che per poter battere i bookmaker e quindi avere un vantaggio su essi bisogna lavorare duramente e conoscere la teoria del Betting professionistico oltre alle leghe sulle quali si è deciso di scommettere. Non esistono sistemi meccanici da applicare per fare profitto, se esistesse una cosa del genere, esisterebbe una grossa inefficienza e i bookmaker non sono così stupidi da colmarla. Fare profitto è possibile, ma con impegno e dedizione. Come insegniamo da sempre noi.

C’è un modo per guadagnare con le Dropping Odds nel 2024 ma è molto più complesso di quello che vorrebbero fare in tanti. Per questa ragione sconsigliamo la cosa e invitiamo i lettori ad acquistare il nostro manuale su Amazon (scritto da Christian Rocconi) per poter comprendere come funzioni veramente il Betting professionistico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here