Quanto capitale serve per vivere di scommesse?

2
11467

Per poter diventare uno scommettitore professionista e di conseguenza vivere di Betting, qual è il capitale che bisogna possedere per poterci riuscire? Questa è una domanda che ci viene posta molto spesso, e per questa ragione abbiamo deciso di scrivere un articolo interamente dedicato a questa tematica dopo aver spiegato anche come vincere 30 euro al giorno con le scommesse, e altri contenuti analoghi, ritenevamo fosse giusto affrontare questa domanda.

Il capitale nelle scommesse sportive è molto importante, ma lo è molto meno rispetto ad altre attività, perché si può partire anche con cifre molto modeste e riuscire a conseguire grandi risultati nel corso degli anni.

In tante altre attività possedere un buon capitale iniziale fa da barriera d’ingresso.

Nelle scommesse sportive la cosa più importante di tutte è capire come studiare un pronostico e avere una mente matematica, poi vi è la gestione del bankroll che deve essere gestito sapientemente.

Il capitale iniziale non è fondamentale, salvo quei casi in cui ci si voglia rivolgere a professionisti (e vanno pagati) o quei casi in cui si sia impazienti e si vogliano raggiungere da subito certi guadagni.

Chi prende il Betting come ripiego perché ha grossi problemi economici è fregato in partenza, chi lo approccia perché effettivamente gli piace molto e vuole farne uno stile di vita, può arrivare lontano, potenzialmente.

Quanto capitale serve per vivere di scommesse: Cifre

Esistono varie strade che si possono percorrere per arrivare a vivere di scommesse, tutte queste hanno il solo fatto in comune di riuscire a trovare quote sbagliate, poi ognuno si gestisce l’operatività come ritiene più opportuno in base alle proprie esigenze.

Per poter stabilire quale capitale serva per poter vivere di scommesse, bisogna anzitutto stabilire quale sia il profitto medio mensile che si spera di raggiungere. Per motivi pratici facciamo finta che quest’importo si configuri in euro 1.400,00.


Adesso dobbiamo andare a vedere quante operazioni possono essere fatte mensilmente e qual è lo Yield che ci si aspetta di ottenere, da qui poi possiamo calcolare il capitale per vivere di scommesse.

Storico Football Pro 2021

Storico Football Pro 2022

Richiedi accesso storico 2023

Volendo prendere in esame il nostro prodotto di consulenza Football Pro, che ricordiamo essere un prodotto erogato totalmente pre-match, vediamo che in circa 8 mesi di operatività certificata su una nota piattaforma di settore, siamo riusciti ad ottenere 572 unità di profitto.

Considerando che abbiamo iniziato a pubblicare nel finale di Dicembre 2022, possiamo considerare che siano passati 8 mesi pieni, essendo oggi data 21 Agosto.

Questo sta a significare che abbiamo vinto una media di 71.5 unità mensili. E questo significa anche che il valore di ogni singola unità vinta dovrebbe corrispondere a 20,00€ circa, più precisamente 19,58€.

Contattaci

Considerando che lo stake più comune in questa gestione è lo stake 4 e che gli stake siano ripartiti come da immagine sottostante, che ricordiamo essere numeri ufficiali della nostra storicità che sono doppi rispetto all’operatività dei clienti (che comunque hanno le medesime percentuali di Yield).

Si giunge alla conclusione che occorra avere almeno 80,00€ da piazzare di media su ogni singola operazione (il cliente medio in realtà ne piazza 70,00€, quindi siamo lì). Ma non mancano operazioni da stake 6 (stake 3 ufficiale per gli altri, noi e un cliente di nome Vincenzo operiamo col doppio degli stake perché si può fare) e ciò richiede un capitale minimo pari a 120,00€.

Ora, considerando che le operazioni a stake 6 (o 3) siano relativamente poche, e a stake maggiori sono anche meno, e considerando che lo stake medio sia pari a 4.32, giungiamo alla conclusione che lo stake medio piazzato in euro sia pari a 86,40€.

A ciò si deve aggiungere che non abbiamo particolari periodi di varianza, certamente esistono, ma non sono particolarmente impegnativi considerando che abbiamo chiuso in negativo solamente 1 mese su 8 e di sole 3 unità dopo averne vinte più di 100 il mese precedente e molte nel mese successivo.

Per cui, si può serenamente prendere lo stake medio come riferimento corretto, non avendo particolari drawdown, e ritenere 86,40€ la cifra media investita. Considerando che riteniamo giusto non operare con più del 1% del capitale (salvo occasioni di investimento particolari) giungiamo alla conclusione che il capitale per vivere di scommesse ammonti ad euro 8.640,00€.

Questo almeno secondo i nostri numeri ufficiali. Seguendo il nostro prodotto di consulenza basterà come capitale per vivere di scommesse una cifra inferiore ad euro 10.000€ stando all’operatività dell’anno 2023 ottenuta fino al mese di Agosto.

Poi ognuno può giungere alle conclusioni che vuole facendo varie simulazioni in base alla propria operatività personale e ai propri bisogni. Il nostro esempio occorre solo per far comprendere come vadano fatti i calcoli seriamente.

Quanto capitale serve per vivere di scommesse seriamente?

Ritenendo che 1.400€ sia una cifra inadeguata per poter vivere senza i supporti dati da un lavoro tradizionale, riconducibili a malattie pagate, infortuni e tutte le garanzie offerte ai lavoratori, siamo dell’opinione che se non si abbiano altre fonti di reddito e non si sia già benestanti occorra guadagnare almeno 2.100/2.200€ al mese per stare più tranquilli. Quindi il capitale sopra esposto passa dai 8.640,00€ a circa 13.000€.

Ovviamente questi numeri non sono garanzia di nulla, ma solo una simulazione tarata sui numeri effettivamente conseguiti nell’anno corrente fino a questo momento.

2 COMMENTS

  1. […] Oggi, vivere di scommesse non è più così facile, perché non esistono più gli errori di un tempo, adesso per poter vincere bisogna necessariamente battere il banco. E per batterlo, bisogna essere più bravi degli altri a periziare le partite, ma questo potrebbe non bastare. […]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here